logo
  • ANT Fondazione ANT Onlus

    ANT_logo

     

    Sito Ufficiale

     

    ______________________________________________________________________________________________

    AGGIORNAMENTO DELL’ATTIVITA’ DI ANT TRA IL 2012 E IL 2014 VERSO LA LEGGE 38

     

     – ASSISTENZA DOMICILIARE: 20 sedi presenti in 9 regioni italiani che erogano assistenza domiciliare oncologica al Paziente in fase avanzata di malattia attraverso un approccio integrato di tipo medico, infermieristico, psicologico e sociale.

    Dal 1° gennaio 2012 al 30 giugno 2014, 16.137 pazienti sono entrati in assistenza ANT, con una media  di giornate di cura di 130 giorni.

    In linea con le indicazioni della Legge 38, l’unità di Psico-Oncologia ANT ha preso in carico, nel medesimo arco di tempo, 2.920 Sofferenti di tumore, 3.818 familiari dei quali 1.523 seguiti durante la fase di elaborazione del lutto.
    FORMAZIONE: Sono stati organizzati 32 seminari/convegni (tra i quali il congresso internazionale The Dignity of Life Until the Last Breath) per un totale di 185 ore di formazione accreditate ECM (medici, psicologi e infermieri) e riguardanti aggiornamenti relativi alle cure palliative, all’oncologia e alla psico-oncologia.

    Sono stati inoltre realizzati 12 corsi di formazione rivolti ai volontari socio-assistenziali, (supportati regolarmente attraverso incontri di gruppo di supervisione) e 1 corso di supporto pratico-gestionale e psico-educativo per i caregiver.

    Attraverso la newsletter, dove sono inseriti tutti i link e gli aggiornamenti relativi all’attività, l’ANT diffonde e promuove la conoscenza in materia di cure palliative anche rispetto alla popolazione generale.

    –  COLLABORAZIONI PROGETTI NAZIONALI ED EUROPEI: ANT e Fondazione Alitti hanno sviluppato il Progetto “kit per il sollievo dal dolore”,  quale contributo all’applicazione della Legge 38/2010, con lo scopo di migliorare la gestione del dolore e aumentare l’informazione e la comunicazione tra il Sofferente, la sua Famiglia e l’équipe sanitaria.

    La Fondazione ANT è parte del Progetto pilota European Innovation Partnership on Active and Healthy Ageing (EIPon AHA), un’iniziativa promossa dalla Commissione Europea per incoraggiare l’innovazione nell’ambito dell’invecchiamento attivo e in salute. ANT partecipa a due Azioni: Gruppo A3 – Fragilità; Gruppo B3 – Cura Integrata.

    – Sempre in ambito europeo, l’ANT è parte del Progetto IMPACT (Implementation of quality indicators in palliative Care Study), un progetto finanziato dalla Commissione Europea, che ha come obiettivo quello di sviluppare delle strategie di miglioramento che possano essere utilizzate per incrementare la qualità delle CP in ambito oncologico e nelle demenze. L’ANT, dopo essere stata selezionata all’interno delle realtà territoriali coinvolte nella prima fase conoscitiva, farà parte della seconda fase del progetto come struttura italiana di riferimento per l’assistenza domiciliare. (www.impactpalliativecare.eu)

    La Fondazione ANT sostiene e promuove infine il Praga Charter (European Association for Palliative Care) per sensibilizzare i governi al sollievo dalla sofferenza e a riconoscere le Cure Palliative come un diritto umano. Per questo ha diffuso la Carta di Praga in italiano ed invitato tutti i cittadini alla sottoscrizione della petizione.

    RICERCA E AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO: La Fondazione ANT partecipa regolarmente a numerosi eventi scientifici nazionali (congressi SICP, SIPO e AIOM) e internazionali (congressi EAPC e ASCO), e produce varie pubblicazioni scientifiche.
    Inoltre ha in corso alcuni studi scientifici sulla rilevazione e la gestione del dolore e su altri aspetti medici e psicologici riguardanti le cure palliative domiciliari.

    __________________________________________________________________

     

    La Fondazione ANT Italia Onlus opera in nome dell’Eubiosia (vita in dignità). Dal 1985 ad oggi ANT ha assistito, in modo completamente gratuito, oltre 100.000 Sofferenti oncologici (dato aggiornato al giugno 2014). In 9 diverse regioni italiane, oltre 4.250 malati vengono assistiti ogni giorno a domicilio da 20 équipes di operatori sanitari ANT che assicurano, al Malato ed alla sua Famiglia, tutte le necessarie cure di tipo ospedaliero e socio-assistenziale. Sono complessivamente circa 400 i professionisti che lavorano per la Fondazione (medici, infermieri, psicologi, nutrizionisti, fisioterapisti, farmacisti, operatori socio-sanitari e funzionari) cui si affiancano circa 1.800 Volontari, iscritti nel registro ANT. La presa in carico, di tipo bio-psico-sociale, avviene secondo un’ottica di continuità e integrazione, in funzione del “benessere globale” del Malato.

    L’Unità di Psico-Oncologia della Fondazione, oltre a prendersi cura del Malato con interventi di tipo supportivo e/o psicoterapeutico a seconda delle esigenze, segue anche i Familiari sia durante l’assistenza al Paziente sia successivamente, quando necessario, per l’elaborazione del lutto.

    La Fondazione ANT è inoltre fortemente impegnata nella prevenzione oncologica, con progetti di diagnosi precoce del melanoma, delle neoplasie tiroidee, ginecologiche e mammarie. Dall’avvio dei progetti nel 2004 sono stati visitati gratuitamente oltre 96.000 pazienti in 68 diverse province italiane (dato aggiornato al giugno 2014). Le campagne di prevenzione si attuano sia presso strutture sanitarie offerte gratuitamente ad ANT, sia negli ambulatori ANT, sia all’interno dell’ambulatorio mobile – BUS della Prevenzione. Il mezzo, dotato di strumentazione diagnostica all’avanguardia (mammografo digitale, ecografo e videodermatoscopio) consente di realizzare sul territorio visite di prevenzione nell’ambito dei vari progetti ANT.

    La Fondazione ANT opera in Italia attraverso 120 Delegazioni, dove la presenza di Volontari è molto attiva. Alle Delegazioni competono, a livello locale, le iniziative di sensibilizzazione e raccolta fondi e la predisposizione della logistica necessaria all’assistenza sanitaria domiciliare.Prendendo come riferimento il 2013, ANT finanzia la maggior parte delle proprie attività grazie alle erogazioni di privati cittadini e alle manifestazioni di raccolta fondi organizzate (56%) al contributo del 5×1000 (11%) a lasciti e donazioni (7%). Solo il 18% di quanto ANT raccoglie deriva da fondi pubblici. ANT è la 10^ Onlus nella graduatoria nazionale su oltre 35.000 aventi diritto nel medesimo ambito.

    Oltre all’attività prettamente clinica, ANT si occupa in modo costante e sistematico della formazione sia dei professionisti sanitari sia dei volontari. In linea con il programma di Educazione Continua in Medicina (ECM), la Fondazione organizza eventi scientifici per erogare direttamente agli operatori sanitari i crediti formativi previsti.

    Inoltre ANT, grazie ad una convenzione con la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna, è sede di tirocinio per i Master di I e  di II livello in Cure Palliative e Terapia del Dolore. Anche  per quanto la formazione psicologica, la Fondazione è sede di tirocinio sia per i laureati in Psicologia dell’Università di Bologna sia per gli iscritti a numerose scuole di specializzazione in psicoterapia di varie città italiane.

    Anche per quanto riguarda i volontari vengono organizzati corsi di formazione ed incontri periodici di supervisione. ANT è inoltre impegnata nelle scuole, dove organizza progetti di prevenzione, educazione alla salute e orientamento al volontariato.

    Infine, il Dipartimento della Ricerca e dello Sviluppo Scientifico della Fondazione ANT svolge la propria attività di ricerca da cui trae gli spunti propositivi per ottimizzare sempre più i livelli assistenziali, sia da un punto di vista medico sia di benessere globale.

    Commenta →

Commenta

Registrati per commentare