logo
  • NienteMale Road Show: a Brindisi per il tour informativo su dolore e Legge 38

    NienteMale Road Show: a Brindisi per il tour informativo su dolore e Legge 38

    NienteMale Roadshow prosegue il suo tour, e dopo le tappe di Ancona e Crotone sbarca a Brindisi: il 1° febbraio presso il Teatro San Vito si svolgerà infatti il terzo incontro, aperto ai cittadini, per informare e sensibilizzare sui diritti all’accesso alla terapia del dolore e al rispetto della Legge 38/2010, “Disposizioni per garantire l’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore”, l’innovativa normativa applicata dal Parlamento italiano nel 2010 che, oltre a definire il dolore come una vera e propria patologia (che interessa 12 milioni di persone, circa il 20% della popolazione italiana), pone le basi e individua gli strumenti e le figure professionali di riferimento per la terapia del dolore.

    NienteMale Roadshow, iniziativa realizzata col grant educazionale di Angelini e patrocinata dal Ministero della Salute, si articola in una serie di incontri in città di provincia; le prime due tappe dell’iniziativa hanno registrato un’importante partecipazione di pubblico e vasta eco sulla stampa, a concreta testimonianza di un rilevante bisogno informativo su un problema di salute trasversale e disabilitante come il dolore cronico.

    Il format scelto, il dibattito in teatro, che sarà replicato anche presso il Teatro San Vito di Brindisi, vuole favorire il dialogo e l’interattività tra esponenti del mondo scientifico, sociale e istituzionale.

    A Brindisi, l’evento sarà moderato da Rosanna Lambertucci, e si prevede la partecipazione di: S.E. Mons. Domenico Caliandro, Arcivescovo di Brindisi-Ostuni; Salvatore Negro, assessore Welfare Regione Puglia – Politiche di Benessere Sociale e Pari Opportunità, Programmazione Sociale ed Integrazione Socio-Sanitaria; Giovanni Gorgoni, commissario straordinario Azienda Regionale Sanitaria Ares Puglia; Giovanni Vitale, responsabile servizio terapia antalgica e cure palliative Azienda Sanitaria Provinciale di Brindisi – Ospedale Perrino; Gabriele Rampino, presidente dell’Ordine dei Farmacistidi Brindisi; Emanuele Vinci, presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della Provincia di Brindisi; Paola Ribecco, presidente Federfarma di Brindisi; Antonio Uricchio, rettore dell’Università di Bari; Saverio Cinieri, primario di Oncologia all’Ospedale Perrino di Brindisi; Filomena Puntillo, docente di terapia del dolore nel corso di laurea in Medicina e direttrice del master di Alta Formazione in Terapia del Dolore per medici specialisti dell’Università di Bari; Paolo Crepet, sociologo e psichiatra e Guido Fanelli, professore ordinario di anestesia e terapia del dolore dell’Università degli Studi di Parma, nonché membro del Comitato Scientifico di IMPACT proactive.

    Secondo Giovanni Vitale, Responsabile servizio terapia antalgica e cure palliative ASP Brindisi, «Il tema della terapia del dolore è molto sentito e di particolare importanza per i cittadini, infatti sin dal 2009 nella ASP di Brindisi è stata attivata una rete assistenziale sulla terapia antalgica e cure palliative, al fine di garantire continuità operativa su tutto il territorio provinciale. L’obiettivo è quello di implementare i servizi di assistenza che abbiano al centro i bisogni del malato e della sua famiglia. I cittadini devono sapere che il dolore deve essere curato».

    Nel corso dell’incontro verranno distribuiti questionari sull’autopercezione del dolore cronico e sulla conoscenza della Legge 38/2010. L’indagine, facoltativa, costituirà una fonte preziosa di dati da condividere con il Ministero della Salute alla conclusione del percorso di eventi, previsto a Roma il prossimo ottobre 2017.

    Commenta →

Commenta

Registrati per commentare