logo
  • Il dolore al Meeting di Rimini 2017

    Il dolore al Meeting di Rimini 2017

    IMPACT proactive sbarca al Meeting di Rimini: quest’anno infatti quello che è il più grande festival interculturale del mondo – con le sue 800mila presenze settimanali, i visitatori da 70 paesi differenti, gli eventi dislocati su 150mila metri quadri e una macchina organizzativa che si avvale della collaborazione di 3.600 volontari – dedica quest’anno, per la prima volta, un focus specifico al tema della Salute, con una serie di eventi ed incontri ad hoc. E lo fa toccando molte tematiche, tra cui non poteva mancare un approfondimento particolare anche alla tematica del dolore cronico, delle cure palliative e dell’applicazione della Legge 38, che da sempre (dal 2010, anno di approvazione della Legge 38  concernente le Disposizioni per garantire l’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore) è la battaglia-madre portata avanti dal progetto IMPACT proactive.

    Quest’anno infatti, dalla partnership tra PLS Educational e il Meeting di Rimini nasce il progetto Meeting Salute, che vedrà trasformarsi il Padiglione A2 del Meeting nel centro di una settimana di dibattiti, tavole rotonde e incontri aperti, su tutte le tematiche più attuali in tema di salute, con una panoramica a 360° l’arco di tutte le più importanti questioni di attualità nel mondo medico-scientifico.

    E, ovviamente, non poteva non avere un ruolo centrale il tema del dolore cronico, che riguarda 15 milioni di italiani; per questo, IMPACT proactive ha promosso nel corso dell’incontro una tavola rotonda dal titolo La terapia del dolore a seguito della Legge 38/2010 e dei nuovi LEA 2017, che vedrà l’intervento di Gian Franco Gensini, Presidente di IMPACT proactive e della Senatrice Emilia de Biasi, Presidente Commissione Igiene e Sanità del Senato, da sempre impegnata in prima linea nell’affrontare la tematica del dolore e dell’accesso alle cure.

    Saranno presenti anche Società Scientifiche e associazioni vicine ai cittadini con dolore (tra cui la Fondazione ANT Italia Onlus, l’Associazione Culturale Pediatri, l’Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica, l’Associazione Neurologica Italiana per la Ricerca sulle Cefalee, la Federazione Italiana delle Società di Agopuntura, la Società Italiana Medici Pediatri, la Società Italiana di Reumatologia, e altre ancora) che apporteranno il loro prezioso contributo e forniranno una panoramica davvero completa all’incontro.

    E questo è davvero necessario, in un paese in cui il dolore, vera e propria “epidemia silenziosa”, colpisce il 26% degli italiani, con un altissimo costo sociale ed economico (il costo sociale medio annuo del dolore cronico per paziente in Italia è di 4.556 euro, per un totale di oltre 70 miliardi di euro all’anno, di cui quasi un terzo, il 31%, cioè più di 21 miliardi, va a carico del Sistema Sanitario Nazionale), ma la Legge 38, faro di civiltà, è ignorata dal 40% dei cittadini italiani, ed è applicata in modo eterogeneo sul territorio italiano.

    Ma c’è di più: con l’entrata in vigore dei nuovi LEA, i Livelli Essenziali di Assistenza, si aprono nuovi scenari e nuove problematiche. Di questo, e molto altro ancora, si parlerà martedì 22 agosto al Meeting di Rimini; obiettivo: dare una svolta all’applicazione della Legge 38, e rendere più consapevoli i cittadini sui loro diritti in materia, per dare loro più potere e creare una vera e propria alleanza per la cura del dolore. Un incontro aperto a tutti, da non perdere.

     

     

    Commenta →

Commenta

Registrati per commentare